Avvento 2015

Carissimi amici,
con l’avvicinarsi dell’Avvento la Caritas diocesana torna a proporvi (anche quest’anno frutto di un “lavoro comune” di più uffici pastorali) un itinerario, sviluppabile con una serie di alcuni sussidi, e un progetto di solidarietà (al quale indirizzare offerte e collette) che, come negli anni precedenti, potrete promuovere nelle forme che riterrete più opportune.
Più avanti troverete spiegato in modo sintetico quanto vi è necessario sapere per aiutarci in quest’opera di promozione; vi alleghiamo in anteprima la scheda illustrativa di alcuni sussidi proposti quest’anno, pensati per vivere l’Avvento e il Natale in famiglia o in oratorio.
N.B.:. Se voi, che state leggendo, siete catechiste, incaricati Caritas o dei gruppi-famiglia, parlate col vostro parroco per concordare (e poi inviare) un unico ordine di prenotazione.
A gruppi e parrocchie della nostra diocesi chiediamo un contributo di € 2,00 per ogni sussidio (= Calendario “da muro” + 4 candele) che serve a coprire in parte le spese di produzione. A gruppi e parrocchie di altre diocesi chiediamo un contributo di € 2,50.
Riteniamo l’itinerario ed i sussidi individuati, strumenti particolarmente utili ed efficaci come proposta per le famiglie, e potrebbero pertanto essere adattati e al meglio sfruttati:
•    coinvolgendo nell’itinerario i gruppi famiglia parrocchiali o zonali;
•    arrivando alle famiglie attraverso il catechismo o l’oratorio.

“Va’ e anche tu fa’ lo stesso” (Lc 10,37) è la frase scelta per questo Tempo di Avvento, nell’Anno della Misericordia, che ci ricorda il comando dato da Gesù dopo aver raccontato la parabola del buon samaritano. È l’invito ad uscire da noi stessi, ad accorgerci dei poveri, a fermarci e a condividere con loro qualcosa di noi e delle nostre cose, anche con piccoli gesti di attenzione e disponibilità. È l’invito a sentirci responsabili degli altri e a “farci prossimi” tra famiglie.

L’itinerario “Famiglia aiuta famiglia” è lo slogan che da una parte ci invita a considerare, nelle situazioni di povertà, il contesto della famiglia come luogo in cui nasce, si sviluppa o si consuma il disagio delle persone, coinvolgendo oggi anche famiglie normali, del nostro quartiere, del nostro condominio… Dall’altra intende valorizzare e stimolare, come contrasto alla povertà (e alla solitudine che ne consegue), possibili azioni di prossimità che le famiglie delle nostre comunità potrebbero mettere in campo, al di là dell’aiuto economico, per intrecciare con loro relazioni di accompagnamento e di sostegno “alla pari”, consapevoli della medesima identità che le accomuna: l’essere entrambe una famiglia! E poi perché una famiglia che oggi può dare, domani può aver bisogno, e viceversa.

Proponiamo pertanto i seguenti sussidi:
Il calendario “da muro”, formato 24x17, di 40 pagine da sfogliare che, per ogni giorno di Avvento e fino a Natale, riportano uno slogan e un disegno, uno o più versetti della Parola di Dio del giorno ad essi collegato, un commento e una preghiera. Il calendario contiene, poi, 4 pagine centrali che riportano un dado a 12 facce con le preghiere della tavola (da staccare, ritagliare e costruire), oltre ad un quadretto da esporre su di una porta della propria casa per vivere in famiglia l’Anno della Misericordia. Il sussidio comprende anche le 4 candele colorate, corrispondenti alle domeniche, utili per realizzare in ogni casa la corona dell’Avvento (con la proposta del concorso diocesano rivolto ai singoli ragazzi o a gruppi di oratorio o di catechismo).

Il salvadanaio, in cartoncino componibile, rivolto specialmente a famiglie con bam¬bini, che dovrebbe simboleggiare un impegno “di famiglia”, in cui far confluire le offerte di grandi e piccoli, spiegando ai figli che in tal modo si partecipa al progetto di solidarietà.

Il pieghevole, di cui ne suggeriamo un’ampia diffusione, che illustra il progetto di solidarietà e che rappresenta un piccolo, ma denso, strumento formativo per chi fa la sua offerta. Può essere illustrato nelle Messe e lasciato a fondo chiesa o distribuito capillarmente nei bollettini parrocchiali, spiegandone le motivazioni affinché si comprenda il significato dell’offerta.

Il manifesto, formato 50x70, che riproduce l’immagine riportata sia sulla copertina del pieghevole, sia sul calendario “da muro”. È da esporre fuori dalle chiese e vuole essere richiamo e segno di comunione per chi partecipa all’iniziativa.

Il progetto di solidarietà
Creazione di un Fondo “Famiglia aiuta famiglia” che sarà gestito dal Centro d’Ascolto della Caritas diocesana insieme ai Centri d’Ascolto delle Caritas parrocchiali, al fine di sostenere le famiglie del nostro territorio che si trovano in particolari difficoltà economiche.

 

PER VEDERE IN ANTEPRIMA LE CARATTERISTICHE DEI SUSSIDI CLICCA QUI